La Tenuta di Aljano è situata sulle prime colline dell’Appennino Emiliano, a Iano di Scandiano in provincia di Reggio Emilia, a pochi chilometri dal Castello di Canossa e dalla famosa Rocca dei Boiardo.

Obiettivo primario dell’azienda, fondata nel 1999, è la produzione di vini di alta qualità nel massimo rispetto dell’ambiente e della salubrità del prodotto finale.

La superficie vitata è gestita con particolare attenzione alla coltivazione di vitigni autoctoni, primo fra tutti la Spergola: varietà a bacca bianca di grande pregio grazie ai caratteristici profumi agrumati, alle note di mela verde e fiori bianchi, e alla importante acidità che la rende perfetta per la spumantizzazione sia con il metodo Martinotti che con il metodo classico.

Vini Bianchi

Un altro vitigno autoctono è il lambrusco Montericco, uva a bacca rossa che prende il nome dall’omonimo paese sulle colline del comune di Albinea. Le uve di Montericco producono un vino dal profumo fresco e fragrante con un richiamo alla viola e ai frutti di bosco come lampone e fragolina. Altre varietà autoctone coltivate in azienda sono il Lambrusco Barghi, Lambrusco Oliva e Sgavetta (a bacca nera).

Vini Rossi

L’azienda vinifica esclusivamente le uve prodotte dai circa 24 ettari aziendali vitati, la cui conduzione in difesa integrata avanzata, è incentrata sull’utilizzo di tecniche e prodotti esclusivamente naturali senza l’impiego di preparati chimici di sintesi: controllo delle erbe infestanti con soli metodi meccanici di sfalcio senza uso di diserbanti, concimazione esclusivamente tramite concimi organici e nessun utilizzo di pesticidi.

Particolare attenzione è riposta anche durante le fasi di vinificazione in cantina, atte a valorizzare i prodotti della natura senza modificarli o rovinarli.  La raccolta manuale dei grappoli di prima mattina con temperature ancora basse permette di mantenere inalterate le caratteristiche organolettiche fino all’arrivo in cantina per la pressatura soffice. Qui, viene tenuto soltanto il “mosto fiore” (è il mosto che si ottiene dopo la prima leggera pressatura dell’uva, quando ancora non sono state spremute a fondo le bucce e la polpa) per la fermentazione in cisterne di acciaio a temperatura controllata.

Tutte le operazioni vengono condotte nel modo più naturale possibile e utilizzando bassissime quantità di solfiti, sostituiti da tante piccole accortezze durante le fasi di vinificazione che evitano l’ossidazione in modo genuino e non artificiale. L’attenta selezione delle uve assieme a tecniche enologiche rispettose della qualità dei prodotti, consentono di ottenere vini di alta qualità che già da diversi anni riscontrano riconoscimenti a livello nazionale e internazionale.

Aljano non è solo il luogo dove nascono ottimi vini DOP, ma anche un luogo di ritrovo dove è possibile celebrare i momenti più importanti della vita o passare semplici serate in compagnia di familiari e amici. Diverse splendide sale e spazi aperti sono infatti teatro di eventi pubblici o privati di ogni tipo.

La cantina, i vigneti e tutti i terreni che li circondano sono adagiati sulle prime colline dell’Appennino Emiliano, abbracciati da panorami di incantevole bellezza.

E’ possibile inoltre prenotare per visite guidate a tutta la Tenuta e alla Cantina e per degustazioni con spiegazione di ogni prodotto.

Venite a trovarci per gustare dal vivo l’esperienza Aljano.