A0281018Tutti i vini sono ottenuti esclusivamente da uve coltivate all’interno della Tenuta.Il territorio collinare posto ad un’altitudine compresa tra i 100 ed i 300 metri s.l.m. è particolarmente vocato sia per uve a bacca bianca come la Spergola, vitigno autoctono, sia per uve a bacca rossa.Hanno trovato un terroir particolarmente favorevole i lambruschi autoctoni: Montericco, Marani, Maestri, Oliva e Salamino e altri vitigni rossi come il Malbo Gentile e l’Ancellotta.Il Cabernet Sauvignon, vitigno internazionale, si è ben ambientato da tanti anni in queste colline e rientra nella D.O.P. (Denominazione di Origine Protetta) dei Colli di Scandiano e di Canossa.

Le potature e la raccolta di alcune uve vengono eseguite a mano. Con la vendemmia manuale si ottiene già una prima selezione dei grappoli migliori direttamente nel vigneto.

Il terreno della Tenuta è formato da rocce sedimentarie, costituite da arenarie, marne, argille e gesso che conferiscono ai vini un’ottima mineralità, favorendo inoltre la spumantizzazione per la presenza in particolare del gesso.

I 20 ettari di vigneto hanno un’ottima esposizione al sole che garantisce alle uve una ricchezza di aromi e polifenoli, tanto importanti per il palato e per la salute grazie alle loro proprietà antiossidanti.

La ventilazione continua data sia dalla vicinanza del fiume Tresinaro, sia dall’ambiente collinare dell’Appennino Tosco-Emiliano, protegge le uve da muffe e contribuisce ad una importante escursione termica tra il giorno e la notte, arricchendo le uve di colori e profumi più intensi.

Tutti i vini della Tenuta seguono i disciplinari della D.O.P. dei Colli di Scandiano e di Canossa o della D.O.P. del Reggiano Lambrusco.

2
2